Il mare, l’amore e un nodo a cuore

album marinarettoCiao a tutti, che ne dite di un giro autunnale in barca? questa sera vi porto al mare e vi mostro l’album realizzato per il Battesimo del piccolo Mattia. Un album “old style” che si allontana un po’ dai classici lavori per neonati – fatti di tinte tenui e colori pastello – per virare verso le tinte forti del rosso e del blu navy. Questi colori e lo stile “marinaretto” usavano tanto quando io ero piccola, forse per questo ho sentito subito questo album mio.
album marinarettoIl tessuto scelto per la copertina mi è piaciuto subito tanto anche se grosso e dalla trama irregolare ha presentato non poche insidie nella lavorazione. Per questo motivo ho optato per una decorazione in rilievo (ma non troppo) e non per la finestrella frontale come per gli altri album. Dopo aver costruito l’album cucendo pagina dopo pagina, ho tagliato col plotter l’oblò nel cartoncino giallo e l’ho assemblato con attenzione.

album marinarettoSulla copertina ho applicato dei nastri dei colori desiderati e poi col cordoncino blu mi sono divertita a fare un nodo a forma di cuore seguendo un tutorial fotografico su Pinterest che potete trovare qui. Lo ammetto, non è stato semplicissimo, sarà che non sono particolarmente portata per i nodi quindi ho combattuto per una buona mezz’ora, ma alla fine il risultato mi è piaciuto e mi sono divertita, queste piccole sfide mi piacciono sempre!
album marinarettoCome potete vedere questa volta ho abbinato all’album una scatola rossa fatta di cartoncino ondulato che riportava sul coperchio la dedica speciale per il piccolo Mattia.
album marinarettoE il bigliettino di accompagnamento poteva forse mancare? Un completino in pieno stile marinaretto mi sembrava l’ideale, simpatico all’esterno e con uno spazio bello grande all’interno, adatto a conservare pensieri ed auguri.
album marinarettoTanti auguri Mattia, il tuo album è finito ed è pronto a conservare fotografie e ricordi di una giornata speciale. Sono queste promesse d’amore, affetto e vicinanza che – pagina dopo pagina – andranno ad intrecciarsi in un “nodo vero” e indissolubile che il tuo cuore conserverà per sempre.

Grazie per essere passati di qui, vi do appuntamento a prestissimo con un lavoro mooolto autunnale… forse già domani? Chissà! Stay tuned!

Advertisements

Bread e Ginger: lana, zenzero e cannella

ghirlanda di lana

Ma che freddo fa!!! Ragazzi cari – se non ve ne foste ancora accorti – sappiate che l’inverno è ufficialmente arrivato a rinfrescarci la mente e a riscaldarci i cuori a suon di luci e Christmas Carols! E per l’inverno, che io adoro, hip hip… urrà!

Dopo questa doverosa celebrazione veniamo a noi: in queste ultime settimane avevo una marea di cose da ultimare, il Natale per chiunque ami i lavori artigianali è un periodo sempre frenetico, le idee non fanno in tempo a materializzarsi che già altre, nuove ed entusiasmanti spuntano all’orizzonte e capita regolarmente di non riuscire a completare neanche la metà di quello che si vorrebbe ma almeno qualche addobbino nuovo per la casa non si può non fare, no?

ghirlanda lana Qualche tempo fa mi son fatta dare da mia mamma (cintura nera di lavori a maglia) una busta piena di avanzi di lana, gomitolini multicolore che lei non avrebbe più utilizzato con l’idea di farne addobbi per l’albero. Mi son poi trovata per le mani una di quelle ciambelle di polistirolo da personalizzare e… gira che ti rigira son saltate fuori ghirlande fuoriporta multicolor per tutti!

dettaglio ghirlanda lanaSe non avete mai provato fatelo assolutamente perché è uno di quei lavoretti semplicissimi da realizzare che però danno una immediata soddisfazione e che si possono personalizzare in mille modi. Oggi vi mostro le due ghirlande che ho fatto con gli omini di Pan di Zenzero: ringrazio tantissimo la mia amica Alessandra per avermeli tagliati con la Big Shot che io non ho e andate a vedere anche i suoi bellissimi lavori qui.
ghirlanda lanaUna volta tagliati potete decorarli nei modi più disparati: una sciarpina colorata, dei campanelli, un vestitino tutto rosso o dorato, delle bacche vere o artificiali, un pò di passamaneria e soprattutto delle cuciture: non è necessario che siano troppo precise… persino io che con ago e filo in mano faccio più danni che altro son riuscita col filo bicolore a creare l’effetto “biscotto” che volevo!

pan di zenzeroCome potete vedere la piccola Ginger ha sulla gonnellina anche un dettaglio profumato, una bacchetta di cannella che si sposa benissimo con lo zenzero e per soddisfare la sua simpatica vanità con un pò di fard (si, proprio quello vero, preso da una trousse che io non uso) le ho fatto le gote rosa. Il suo compagno Bread invece sfoggia una bella sciarpa sui toni del verde e dei bottoni tagliati nel feltro più scuro. ginger breadMi son divertita talmente tanto a fare queste ghirlande che ho perso il conto di quante ne ho realizzato con diversi soggetti… anzi sapete cosa faccio? Approfitto del fatto che il freddo continuerà ancora per un pò per mostrarvi i miei lavoretti di lana anche nei prossimi giorni.

A prestissimo e grazie di cuore per essere passati di qui

E’ arrivato un pulmino carico, carico di…

paper westfalia
Esattamente un mese fa, il 1 Marzo 2014, è arrivato un pulmino carico carico di… felicità per l’arrivo di un bellissimo cuginetto nuovo di zecca, il piccolo Samuele! Ma per capire bene il motivo di questo regalino bisogna fare un piccolo salto indietro, al mese di Ottobre del 2010: immaginate due grandi famiglie riunite davanti al sagrato di una piccola chiesa campestre, lo sposo sulla porta cammina su e giù sorridente e visibilmente emozionato, tutti assieme aspettano l’arrivo della sposa, la gioia è palpabile. Ed ecco da lontano arrivare la sposa in… uno spettacolare Westfalia verde! Chi quel giorno ha partecipato alla gioia di Carla e Mauro non potrà mai dimenticare quanto erano belli e felici mentre salutavano da quel pulmino, quanta allegria si respirava nell’aria, una vera festa! Ora capirete perché quando ho visto un pulmino simile a questo, realizzato da un’amica, ho immediatamente pensato che sarebbe stato il “bigliettino di benvenuto” ideale per il loro bimbo che doveva nascere proprio in quei giorni.

paper westfalia

Come si può vedere da questa immagine, la parte superiore del pulmino si può sollevare. Si tratta a tutti gli effetti di una scatolina che potrà decorare la cameretta del bimbo. Io ci ho inserito un fiore di carta rosso con una piccola dedica ma può essere utilizzata per contenere piccoli oggetti come il braccialetto della nascita.
paper westfaliaPer l’interno ho scelto una carta con le coccinelle e i quadrifogli come piccolo simbolo portafortuna. I fari, anteriori e posteriori, li ho colorati con un tampone di inchiostro argentato e rifiniti con un pò di brillanti adesivi. Sul retro ho posizionato una piccola targa personalizzata con la data di nascita. Sul tettuccio dei fiori coloratissimi con le farfalle che piacciono tanto alla sua mamma.

Paper westfalia

Magari tra un pò di tempo Samuele si divertirà a sentire la storia del pulmino verde e rosso e il racconto del giorno in cui è nata la sua famiglia. Ben arrivato piccolino… cosa aspetti? salta su e goditi il panorama!