Il SuperMegaStratoLibro di Leonardo

libro tattile copertinaCiao a tutti amici della Sirena sul Sofà, questa sera vi mostro un progetto che per me ha un valore davvero speciale per tanti motivi. Dovete sapere che dall’altra parte del mare, purtroppo lontano dalle grinfie coccolose della zia Vale, vive Leonardo, un ragazzino che è un grande rubacuori e che nei prossimi giorni inizierà un importante percorso in una nuova scuola. Eh si, tra poche ore in tutta Italia risuonerà quel “DRRRIIIIN” che tutti noi ben conosciamo e ricordiamo… Ogni inizio è sempre una grande emozione per tutti: noi insegnanti (mi ci metto anche io nella speranza che la campanella presto suoni anche per me) ci prepariamo con impegno a un lungo e intenso anno scolastico, i genitori che vedono i loro bimbi diventare ogni anno più grandi accanto al portone di ingresso e poi loro… i ragazzi che sono l’anima della scuola. Dedico questo libro tattile che ho fatto con poca logica e tanto cuore a Leonardo che ogni giorno conosce qualcosa di più e che sarà gioia pura per i suoi nuovi insegnanti così come è gioia pura per me che ho la fortuna di averlo nella mia vita e per tutte le persone che ha accanto e lo amano incondizionatamente.

E ora se siete pronti… giriamo pagina e scopriamo Il SuperMegaStratoLibro di Leonardo!

Prima pagina libro tattile

Libro tattile

“L” come Luce che illumina il tuo viso

Libro tattile“E” come l’Estate che ricorda il tuo sorriso

Libro tattile

“O” come un Ombrello tutto colorato

“N” come una nuvola (a forma di gelato!)

Libro tattile

“A” come l’Amore che guarisce tutti i mali

“R” di Risate e Ranocchia (con gli occhiali!)

Libro tattile

“D” come un grande Dinosauro tutto blu

“O” come l’Orso del Polo che starnutisce… Etciù!

LEONARDO IL PIU’ FORTE SEI TU ❤

Con questo progetto partecipo al contest di Hobbyland Fantasia & Creatività #6 Back to School

Bread e Ginger: lana, zenzero e cannella

ghirlanda di lana

Ma che freddo fa!!! Ragazzi cari – se non ve ne foste ancora accorti – sappiate che l’inverno è ufficialmente arrivato a rinfrescarci la mente e a riscaldarci i cuori a suon di luci e Christmas Carols! E per l’inverno, che io adoro, hip hip… urrà!

Dopo questa doverosa celebrazione veniamo a noi: in queste ultime settimane avevo una marea di cose da ultimare, il Natale per chiunque ami i lavori artigianali è un periodo sempre frenetico, le idee non fanno in tempo a materializzarsi che già altre, nuove ed entusiasmanti spuntano all’orizzonte e capita regolarmente di non riuscire a completare neanche la metà di quello che si vorrebbe ma almeno qualche addobbino nuovo per la casa non si può non fare, no?

ghirlanda lana Qualche tempo fa mi son fatta dare da mia mamma (cintura nera di lavori a maglia) una busta piena di avanzi di lana, gomitolini multicolore che lei non avrebbe più utilizzato con l’idea di farne addobbi per l’albero. Mi son poi trovata per le mani una di quelle ciambelle di polistirolo da personalizzare e… gira che ti rigira son saltate fuori ghirlande fuoriporta multicolor per tutti!

dettaglio ghirlanda lanaSe non avete mai provato fatelo assolutamente perché è uno di quei lavoretti semplicissimi da realizzare che però danno una immediata soddisfazione e che si possono personalizzare in mille modi. Oggi vi mostro le due ghirlande che ho fatto con gli omini di Pan di Zenzero: ringrazio tantissimo la mia amica Alessandra per avermeli tagliati con la Big Shot che io non ho e andate a vedere anche i suoi bellissimi lavori qui.
ghirlanda lanaUna volta tagliati potete decorarli nei modi più disparati: una sciarpina colorata, dei campanelli, un vestitino tutto rosso o dorato, delle bacche vere o artificiali, un pò di passamaneria e soprattutto delle cuciture: non è necessario che siano troppo precise… persino io che con ago e filo in mano faccio più danni che altro son riuscita col filo bicolore a creare l’effetto “biscotto” che volevo!

pan di zenzeroCome potete vedere la piccola Ginger ha sulla gonnellina anche un dettaglio profumato, una bacchetta di cannella che si sposa benissimo con lo zenzero e per soddisfare la sua simpatica vanità con un pò di fard (si, proprio quello vero, preso da una trousse che io non uso) le ho fatto le gote rosa. Il suo compagno Bread invece sfoggia una bella sciarpa sui toni del verde e dei bottoni tagliati nel feltro più scuro. ginger breadMi son divertita talmente tanto a fare queste ghirlande che ho perso il conto di quante ne ho realizzato con diversi soggetti… anzi sapete cosa faccio? Approfitto del fatto che il freddo continuerà ancora per un pò per mostrarvi i miei lavoretti di lana anche nei prossimi giorni.

A prestissimo e grazie di cuore per essere passati di qui